Referendum Costituzionale – Valigia Blu

Menu

SEGNALA UN ARTICOLO

Segnalateci un articolo o un commento:

1) su Pagina Fan Facebook (messaggi) di Valigia Blu

2) via  mail a: andrea@valigiablu.it | angelo@valigiablu.it

3) su Twitter @valigiablu

oppure lasciando un commento su questa pagina con tutti i dettagli.

Grazie!

Comments

  • Posted: 18 maggio 2016 19:03

    Silvio Pucci

    Una rilessione importante di uno dei maggiori teorici del diritto Luigi Ferrajoli http://www.questionegiustizia.it/articolo/verso-una-costituzione-di-minoranza-per-una-democrazia-dell-onnipotenza_02-05-2016.php
    • Posted: 19 maggio 2016 11:09

      Valigia Blu

      Grazie Silvio, inseriamo.
  • Posted: 20 maggio 2016 09:39

    Giulia

    http://intermundi.it/per-capire-la-riforma-ecco-il-nuovo-senato/ Una spiegazione di mia sorella, giovane avvocata e costituzionalista
    • Posted: 22 maggio 2016 18:05

      Valigia Blu

      Grazie della segnalazione
  • Posted: 21 maggio 2016 20:51

    Raffaello

    https://www.youtube.com/watch?v=6Fz4xAsSvwo
  • Posted: 24 maggio 2016 21:23

    Pier Nicola Simeone

    articolo di Stefano Aru, dottorando a Cagliari, in uscita su costituzionalismo.it sulla clausola di supremazia statale... http://www.costituzionalismo.it/articoli/557/
    • Posted: 26 maggio 2016 11:27

      Valigia Blu

      Grazie della segnalazione.
  • Posted: 30 maggio 2016 21:47

    Perla

    http://awaremagazine.it/referendum-costituzionale-2016-quello-che-ce-da-sapere/ Il mio articolo per Aware Magazine. Grazie!
  • Posted: 11 luglio 2016 11:15

    Marta

    http://www.qcodemag.it/2016/07/11/referendum-costituzionale-il-perche-di-un-no/
  • Posted: 8 ottobre 2016 18:51

    Paolo

    Attuale e pungente l'obiezione di Tremonti alla competenza del nuovo Senato in materia di rapporti con l'UE: un organo di derivazione locale che ha comprtenza (di blocco) sovranazionale! Fonte di instabilità politica in un passaggio delicato della costruzione europea http://www.huffingtonpost.it/giulio-tremonti/un-si-contro-europa_b_12400120.html?1475922277&utm_hp_ref=italy
    • Posted: 19 ottobre 2016 16:32

      Dante

      Il recepimento di Direttive e norme Europee è una delle poche materie in cui si ripristina il bicameralismo (le altre materie sono: leggi sulle autonomie locali, leggi costituzionali, elezione del Presidente della Repubblica). Quindi il nuovo Senato su quelle materie legifera con la Camera dei Deputati. Per le materie che non ho indicato e per la fiducia non esisterà più il bicameralismo paritario.
  • Posted: 9 ottobre 2016 11:36

    Fabrizio

    http://gliasinirivista.org/2016/08/le-sacrosante-ragioni-del-no/
  • Posted: 20 ottobre 2016 12:11

    dante

    https://www.facebook.com/bastaunsi/ La bufala sull'elezione del Presidente della Repubblica
  • Posted: 20 ottobre 2016 12:47

    Emiliano Brunori

    http://www.lastessamedaglia.it/2016/04/il-referendum-di-ottobre-spiegato-facile-facile/ Mi pare un'analisi esauriente.
  • Posted: 20 ottobre 2016 15:19

    dante

    Voterò “SI” per 1000 ragioni. La più importante riguarda la riduzione del numero dei parlamentari e l’eliminazione della doppia camera legislativa (siamo l’unico paese europeo con due camere legislative, che si passano e ripassano i disegni di legge, alla faccia delle urgenze e delle necessità del paese). 70 governi in 63 anni è anche la conseguenza del bicameralismo, dove si possono formare maggioranze politiche diverse compromettendo e bloccando l’azione di governo. Ne risente il paese reale, l’economia, le attività economiche e la stessa credibilità internazionale del paese. Il nuovo Senato, sarà una Camera delle Regioni (come il Bundesrat dei Lander tedeschi) formato da 74 consiglieri regionali e 21 sindaci ELETTI (e non nominati) nei loro territori e che faranno da raccordo fra lo Stato e le Autonomie Locali. Non avranno alcuna indennità e avranno i compensi per il loro incarico di consigliere regionale o di sindaco. Non possiamo perdere l’occasione per cercare di cambiare quella parte della costituzione che impedisce l’attuazione dei principi “sacri” contenuti nella prima parte (fino all’art.54). Votando “no” resta tutto com’e adesso. Non facciamo come molti inglesi che, dopo l’esito del referendum sulla Brexit, esclamavano “what I have done”. dante
  • Posted: 23 ottobre 2016 12:06

    andrea

    Francesco Pallante sulla semplificazione che complica: "Semplificazione? Da un solo procedimento [legislativo], si passerebbe a cinque. E, in quasi tutti, le possibili letture parlamentari salirebbero da due a tre. Non sembra difficile, inoltre, immaginare una nuova ondata di contenzioso costituzionale, questa volta tra Camera e Senato, in ordine al tipo di procedimento da seguire nei diversi casi (in proposito, il nuovo articolo 70 si limita a prevedere che i presidenti delle Camere decidono, di comune intesa, sui conflitti di competenza: ma, chi assicura che l’intesa sia effettivamente raggiunta?)." http://www.libertaegiustizia.it/2015/09/14/la-semplificazione-che-complica/
    • Posted: 27 ottobre 2016 10:36

      Gianluca Sparacello

      Come già avvenuto con la costituzione attuale e con le riforme successive, è impossibile prevedere tutti i casi. Ma la corte costituzionale fa giurisprudenza, se c'è un contenzioso, viene risolto una volta per tutte. Magari questo porterò fra qualche anno sistemare le cose. L'ultima riforma ha causato migliaia e migliaia di ricorsi delle regioni, ma non si è bloccato nulla. Perché parli di 3 letture? La camera approva, il senato può se necessario suggerire modifiche (e vedrai che cadendo il sistema di ricatto ostruzionistico ci saranno richieste di modifiche solo se necessarie, e camera non deve ri-leggere o riapprovare la legge, ma solo le modifiche. E comunque entro 40 giorni si chiude tutto, ora, se si escludono le conversioni dei decreti (20 giorni di media) la media è 237 giorni. In ogni caso si sveltisce e snellisce e soprattutto si levano ricatti e ostruzioni
  • Posted: 27 ottobre 2016 10:30

    Gianluca Sparacello

    http://www.corriere.it/opinioni/16_maggio_06/riforma-costituzionale-necessario-passo-avanti-5be3cc1c-12dd-11e6-918d-cff62dc61260.shtml
  • Posted: 27 ottobre 2016 11:37

    Stefano Sappino

    L'unica trappola presente nella riforma, ben spiegata: https://ilsaltodirodi.com/2016/09/16/referendum-la-scelta-logica/ anche il precedente articolo dello stesso autore focalizza bene le trappole usate dalla propaganda delle tue parti.